CINA: la zona del FUJIAN

 

17 AGOSTO 2012

Il Fujian è una bellissima zona montuosa a ridosso della costa di fronte all’isola di Taiwan.

Il capoluogo di questa provincia è Fuzhou mentre Xiamen è una delle principali città portuali di tuttala Cinaed è molto bella e viva, peccato non aver avuto il tempo per visitarla a causa delle 3 ore di ritardo con cui siamo arrivati a destinazione.

Nonostante il ritardo, all’aeroporto abbiamo trovato la ns. guida con l’ormai mitica bandierina della MISTRAL ad aspettarci e ci ha subito portato a visitare l’ISOLA DI GULANG YU, di fronte a Xiamen caratterizzata da stradine tortuose, case in stile coloniale, bellissimi giardini ma soprattutto senza auto. Ebbene sì, su questa isola si può solo girare a piedi o, i residenti, con auto elettriche!

Peccato visitarla nel mese di agosto perchè non solo il clima non è favorevole ma soprattutto ci sono migliaia di turisti –cinesi e non- che si riversano sulle sue spiagge (comunque mai tanti quanti a Rimini..!!!!)

Dopo il giro dell’isola siamo rientrati a Xiamen e abbiamo visitato il Tempio buddista NANPUTUO dove ancora oggi vivono parecchi monaci.

Stanchi morti rientriamo in albergo dove ci attende una bella doccia ristoratrice, una cena e un letto comodo dove poter recuperare un po’ di energie per il giro di domani che ci porterà finalmente a vedere i TULOU

 

18 AGOSTO 2012

Partenza alle 9,00 per raggiungere il distretto di YONGDING a circa 250Km da Xiamen verso l’interno.

Il paesaggio si fa sempre più collinare, incominciamo a vedere le risaie a terrazze, le coltivazioni del the e un’infinità di piantagioni di banane.

Spingendoci verso l’interno vediamo anche splendidi boschi di bambù e in mezzo a tutto questo verde compaiono anche i primi tulou, le abitazioni circolari dell’etnia degli HAKKA.

Sono solitamente a 4 piani: al primo ci sono le cucine, al secondo i magazzini e al terzo e quarto le camere da letto (per i cinesi non esiste il piano terra).

Alcuni tulou sono formati da cerchi concentrici racchiusi da mura esterne entro i quali si trovavano le scuole o le stanze per gli ospiti.

Al centro della maggior parte di questi edifici si trova il tempio degli antenati o uno spazio aperto usato come sala per le riunioni o per celebrare le varie cerimonie.

Prima di vistare il “CHENGQUI LOU”, il più grande e il più famoso tulou della zona, ci fermiamo a mangiare in un “ristorantino locale” dove possiamo liberamente scegliere quello che ci cucineranno perchè è esposto alla mercè di tutti (e tutto…!!!), ma questo è il bello dei luoghi incontaminati dal turismo e poi… il cibo è cotto e l’antitifica l’abbiamo fatta quindi….speriamo in bene e buon appetito!!!

Nel primo pomeriggio eccoci davanti ad uno dei tulou principali, costruito nel 1709 e comprendente ben 400 stanze!

E’ veramente emozionante pensare come questa gente sia riuscita a costruire un edificio così grande facendo semplicemente un impasto di terra, riso e pezzi legno per dare solidità alla struttura e senza chiodi, tutto ad incastro.

Il tempo per il momento ci accompagna anche se bruttissimi nuvoloni neri e minacciosi si stanno addensando all’orizzonte.

Dopo un paio d’ore di visita in mezzo a una marea di turisti locali, rientriamo verso l’albergo, il HUA DING HOTEL, dove avremmo dovuto avere la cena ma, per motivi non molto chiari, non l’avremo e dovremo andare a mangiare fuori accompagnati dalla guida e l’autista.

Alle 19,00 quindi i ns. accompagnatori ci vengono a prendere e andiamo a mangiare in un altro “ristorante cinese” locale.

Menù: spaghetti di soia saltati con verdure, carne di manzo stufata con cavolfiore, bambù, un’altra verdura molto simile ai ns. spinaci e che non ricordo il nome, pezzi di pollo bolliti e altre specialità della casa.

La ns. guida si diverte tantissimo a vedere la ns. difficoltà a mangiare con le bacchette ma noi, memori di esperienze già fatte, sfoderiamo il ns. “set di posate portatili” e riusciamo finalmente a gustare gli spaghetti che altrimenti finivano ovunque tranne nel ns. stomaco!

Dopo aver cenato e fatto quattro chiacchiere con i ns. accompagnatori rientriamo in albergo e ci diamo appuntamento per la colazione.

 

19 AGOSTO 2012

Ore 7,00 la sveglia ci perseguita!! Ma oggi è un nuovo giorno e siamo catapultati in un mondo completamente diverso da quello lasciato solo un giorno fa.

L’albergo è carino, modesto, un 3 stelle a “gestione locale” perchè qui non sono ancora arrivate le grandi catene alberghiere (e forse meno male per mantenere la genuinità del posto).

Alle 8,00 facciamo colazione con la ns. guida che si è portata dietro da Xiamen il pane, la marmellata e il NESCAFE’ perchè ci spiega che “in questo posto non sono abituati ad avere turisti stranieri e non sanno ancora come comportarsi.”

Ci guardiamo intorno e infatti ci accorgiamo di essere gli unici europei e lo saremo per il resto dei due giorni che ci rimangono a disposizione in questa zona bellissima della Cina.

Riprendiamo quindi la macchina per spingerci verso i villaggi ancora più all’interno e dove il paesaggio è fantastico! Sembra una valle incantata, dove regna il silenzio, la tranquillità e si incontra ancora la gente che va in giro con la bicicletta.

Visitiamo altri gruppi di tulou tra cui quello di YIJING risalente al 1851, un po’ fatiscente ma che comprende ben 51 padiglioni e 72 scale tutte rigorosamente in legno e senza un chiodo!!

Verso le 13,00 facciamo pranzo in una casa del villaggio con degli ottimi “fried noodles”, cavolfiori, bambù, carne e come frutta dei dolcissimi cachi. Eh sì, perchè in questa zona è uno dei frutti più coltivati oltre la banana.

Purtroppo il tempo scorre in fretta, il ns. viaggio volge già al termine e domani ci attende il volo di rientro verso l’Italia.

Rientriamo quindi a Xiamen dove ci attende una camera al CENTRAL HOTEL XIAMEN, un albergo bellissimo, extra lusso ma un po’ impersonale come tutti i grandi alberghi.

 

20 AGOSTO 2012

Ore 9,00 ultimo appuntamento con la guida per andare in aeroporto; meno male che abbiamo chiesto di anticipare l’orario d’incontro di circa un’ora perchè  siamo rimasti letteralmente bloccati nel caos frenetico di questa grande città (altro che le ns. code in tangenziale!!!)

E’ stato un giro molto bello ed interessante, una zona ancora incontaminata ma che resterà tale solo più per poco perchè stanno cominciando a costruire grattacieli, alberghi e parcheggi in prospettiva di un turismo fiorente che porterà loro sicuramente dei vantaggi ma a quale prezzo…..!!!

Enzo & Roberta Mingucci


	

VACANZA A KOS

Siamo tre coppie di ragazzi tra i 22 ed i ...

UNA CROCIERA COSTA "

Tornati dalla splendida Crociera ragazzi! Ce l'avevano descritta un po' le ...

VACANZA A NYC & ARUB

Abbiamo contattato l'agenzia viaggi International Sisley Tour per organizzare un ...

LA CROCIERA DEGLI ZA

Consigli ed Esperienze di Viaggio: Magnifico viaggio alla scoperta della Russia ...

POLLINA: UNA VACANZA

Siamo stati a Pollina nel mese di agosto 2012, per ...

VACANZA A KOS

Siamo tre coppie di ragazzi tra i 22 ed i ...

UNA CROCIERA COSTA "

Tornati dalla splendida Crociera ragazzi! Ce l'avevano descritta un po' le ...

VACANZA A NYC & ARUB

Abbiamo contattato l'agenzia viaggi International Sisley Tour per organizzare un ...

LA CROCIERA DEGLI ZA

Consigli ed Esperienze di Viaggio: Magnifico viaggio alla scoperta della Russia ...

POLLINA: UNA VACANZA

Siamo stati a Pollina nel mese di agosto 2012, per ...